Condensa interna alla vetrocamera

CONDENSA INTERNA ALLA VETROCAMERA

__

Il fenomeno della condensa all’interno della vetrocamera (vetri doppi) avviene per difetto della tenuta della sigillatura primaria (butile) e secondaria (silicone).

Vediamo nel dettaglio la struttura della vetrocamera e le cause della condensa.

Come è composto un vetrocamera

La vetrocamera (o vetro doppio) indica un insieme di due o più lastre di vetro di spessore variabile, distanziate tra loro da un telaio. Nell’intercapedine tra una lastra e l’altra vi è aria o gas nobile. L’adesione del vetro alla struttura è compiuta tramite una doppia sigillatura: la sigillatura primaria è generalmente un cordolo di butile, la sigillatura secondaria è generalmente costituita da polisolfuro, poliuretano o silicone. In corrispondenza del distanziatore posto alla base dell’intercapedine sono presenti dei setacci molecolari disidratanti che hanno il compito di assorbire le minime quantità di umidità presenti.

La condensa è causata dal distacco dei sigillanti primari e secondari

La vetrocamera sottoposto a sollecitazioni continuate e/o a difetti in fase di posa può danneggiarsi. Il danneggiamento dei sigillanti permette ad umidità o vapore acqueo di infiltrarsi nell’intercapedine.

Nel momento in cui vi sono sbalzi termici, sia sui vetri, sia negli ambienti, sia sugli infissi, è possibile il verificarsi del fenomeno della condensa.

Quindi, la condensa indica che la vetrocamera non è più a tenuta stagna e che le prestazioni isolanti e schermanti sono compromesse. Si consiglia di cambiare l’intera vetrata.

 

Tra le cause del distacco del sigillante primario (butile) dalle lastre di vetro vi possono essere:

  • variazione della pressione atmosferica tra esterno e vetrocamera
  • scelta inadeguata del setaccio molecolare disidratante
  • utilizzo di sigillante non adeguato alle temperature di esercizio necessarie.

 

Le cause della perdita della tenuta del sigillante secondario (silicone, polisolfuro e poliuretano) possono essere:

  • un utilizzo di un sigillante non adatto all’esercizio richiesto
  • utilizzo di un sigillante non sufficientemente protetto dai raggi UV.

Suggerimenti per la prevenzione della condensa nella vetrocamera.

La prevenzione del formarsi di condensa tra le lastre di vetro della vetrocamera può essere compiuta utilizzando vetrocamera di qualità.

Necessario utilizzare vetrocamera:

 

  • Conformi alla normativa di riferimento UNI EN 1279 1/2/3/4/5 che riguarda “Vetro per edilizia – Vetrate isolanti”;
  • Dotati di cordolo sigillante in butile in grado di assorbire le sollecitazioni meccaniche a cui è sottoposto un infisso verticale esterno in vetro;
  • Sigillati con sigillanti adeguati.

 

 

La maggior parte dei difetti della vetrocamera non è immediatamente visibile ma si manifesta in particolari condizioni atmosferiche e/o di degrado degli elementi componenti.

La qualità del prodotto, oltre a quanto descritto sopra, può essere garantita unicamente dalle certificazioni del prodotto. Invitiamo a sincerarsi della conformità della vetrocamera, in modo che i parametri di sicurezza visivi, energetici, acustici e di sicurezza non cambino significativamente nel tempo.

vetrocamera
condensa vetrocamera

PREVENTIVO GRATUITO

SOPRALLUOGHI STRUMENTALI

24/48H

numero verde pellicole per vetri mlight